(che fine ha fatto il fucile a canne giustapposte?)
 

Per tornare sull'argomento della gloriosa "doppietta" ormai scomparsa dai Campi di Tiro, anche da quelli all'Elica (evidentemente la proibita disciplina del Piccione non è riuscita a tramandare ai "praticanti riconvertiti" l'utilizzo della stupenda arma...), a seguito di ulteriore approfondimento crediamo di aver capito cosa potrebbe essere accaduto.
Mi spiego meglio: l'elegante arma lunga ormai "estintasi" (se si escludono i pochi collezionisti fissati ed abbienti -per lo più notai o avvocati- disposti a spendere decine di migliaia di euro per un raro esemplare -poniamo- di fabbricazione inglese o belga), la doppietta -dicevamo- è rimasta vittima della tendenza a far scomparire o, comunque, nascondere le cose utili, a vantaggio dell'effimero "di moda".
In pratica ha fatto la stessa fine delle travi nelle case, che reggono l'intera struttura ma non si devono vedere; degli scarichi dei bagni, laddove al posto della efficace cassetta col galleggiante "CATIS" nella quale tutti -alla bisogna- sapevamo mettere le mani, adesso lo scarico del cesso deve essere "a scomparsa" tipo "GEBERIT", cioè con una fessura di pochi centimetri in cui le mani neanche entrano!
Ma che importa? Nell'era dell'immagine e nella cultura dell'apparire ciò di cui non si può fare a meno, quello che veramente serve, va comunque nascosto, in quanto non più di moda.
Di contro, vi è la tendenza (speculare) a mostrare l'effimero, l'inutile, il superfluo ma bello... Un esempio per tutti: fucili automatici per uso venatorio con legni ed incisioni "extra - super - lusso" e riporti in oro sulla carcassa, che vengono esitati a prezzi di listino di gran lunga superiori a quello di un'onesta doppietta senza fronzoli, ma essenziale ed elegante di suo.
Che altro dire? Penso che, ad eccezione del "Piattello - Fossa", tutte le altre discipline del Tiro a Volo e soprattutto la Caccia, avrebbero un altro sapore, se tentate con una robusta doppietta con le giuste (e diverse...) caratteristiche tecniche, a seconda degli utilizzi. Tanto di cappello a chi ,con la doppietta fa oltre 15/25 piattelli!!!!! RICORDATELO!!!

Ma non fate caso ad un inguaribile "nostalgico", anche un pò patetico: fra non molto trionferanno i fucili di gomma e non potremo più neanche... "toccare legno!".

Vi siete mai chiesti perché la gloriosa "doppietta" (detta anche, pomposamente, "fucile a canne giustapposte" o più sbrigativamente "giustapposto"), sia di fatto scomparsa dai campi di Tiro a Volo da almeno una quindicina d'anni?
Personalmente me lo sono chiesto più volte ed ho anche osservato numerosi Tiratori in azione, ma nessuna delle risposte che mi sono state date mi ha convinto e, tantomeno, soddisfatto.
Pensare che fino a trent’anni orsono, ad esempio, al "volatile" si tirava esclusivamente con la gloriosa doppietta e ora, invece..... non si tira più neanche al volatile!
Certo, i tempi cambiano, ma perchè non provare ad insidiare qualche piattello con un "giustapposto" in cal. 12? Canne da cm. 71 con strozzature *** e * (mi raccomando, evitare come la peste gli strozzatori intercambiabili!), monogrillo, calcio fisso a pistola e, ultima ma non ultima, la mai troppo lodata "asta a coda di castoro": che arma, ragazzi!
Il modello ideale, per me sarebbe un connubio tra "Las Palomas" di Bernardelli come estetica, qualità delle canne Beretta, meccanica della “Franchi Imperiale Montecarlo Extra”, il tutto al prezzo di una doppietta "Baikal"! Che ne pensate?
Ma appena metti piede su un qualche Campo con una signora Doppietta aperta sulla spalla, spunta sempre qualche "solone" che ti dice che l'Elica è un "tiro tecnico" e ci vuole il sovrapposto!
Mi sa tanto che hanno avuto un'infanzia difficile.....molto difficile!!!!

 

 

Alcune nozioni sulla doppietta ecc.

 

Nomenclatura delle parti esterne di un fucile a pallini giustapposto con cani interni

 

 

Tipi di fucile
 

Fucili a pallini a cani esterni - a cani interni (Hammerless)

La doppietta a cani esterni è stata rimpiazzata delle "hammerless"

Ci sono diversi tipi di fucili. I più usati sono:

- fucile giustapposto (doppietta): 2 canne e 1 colpo per canna .

- fucile sovrapposto: 2 canne e 1 colpo per canna.

- semiautomatico: a una canna con magazzino a più colpi.

- fucile a ripetizione: una canna con magazzino a più colpi.

- fucile a una canna e a un solo colpo

- fucile drilling: tre canne (proibito per la caccia nel Ticino)

 

 

Il calibro

 

Calibro per fucili a pallini

La misura indicata con 12, 16,..., nei fucili a pallini, non corrisponde al diametro della canna. Si tratta di una antica misura inglese che si basa sulla formula seguente: esempi: 1. Calibro 12 = dodici palle di piombo, aventi il diametro della canna, pesano una libbra inglese (453.6 gr.). 2. Calibro 16 = sedici palle di piombo, aventi il diametro della canna, pesano una libbra inglese (453.6 gr.). I diametri interni corrispondono quindi alle seguenti misure: cal. 12 = 18,2 mm; cal. 16 = 16,8 mm; cal. 20 = 15,7 mm.

 

Le canne
 

Normalmente le canne dei fucili a pallini sono lisce. Vi sono tuttavia fucili con una canna liscia e una munita di rigatura speciale. Queste armi vengono usate per tiri molto ravvicinati, ad esempio caccia alla beccaccia.

Lunghezza delle canne

La lunghezza delle canne per un fucile cal. 12 varia da 62 a 81 cm.

Canna corta - fucile più maneggevole ( caccia nel bosco, tiri abbastanza  ravvicinati

Canna lunga - maggiore precisione e portata (tiri lunghi).

Saldatura delle canne

Le canne sono trattenute tra di loro per mezzo di una striscia di metallo chiamata bindella che parte dall`inizio della canna defilandosi fino al mirino. Nelle doppiette giustapposte vi è una bindella superiore che serve alla mira e una inferiore che con la prima concorre a tenere unite le canne. Nel sovrapposto vi sono due bindelle laterali e una superiore che serve per puntare. Quest`ultima è presente anche nel fucile semiautomatico.

Interno della canna

All`interno della canna di un fucile a pallini troviamo:

  1. camera delle cartucce
  2. cono di raccordo
  3. anima
  4. strozzatura (choke)
  5. sede del collarino

 

 

L`interno della canna può essere cromato per ridurre il rischio di ossidazione.

Camera delle cartucce

Normalmente nei fucili moderni la lunghezza della camera delle cartucce è di 70 mm. I vecchi fucili avevano camere da 65 mm. Esistono fucili magnum con camera da 76 mm. Per ogni fucile si deve usare la cartuccia corrispondente alla lunghezza della camera.

Strozzatura e choke

È un restringimento dell`anima della canna verso la bocca, che permette un maggior restringimento della rosata e di conseguenza un allungamento del tiro. Nelle strozzature possono variare: la forma, l`inclinazione del raccordo e anche la lunghezza della parte cilindrica terminale. Il valore della strozzatura è dato dalla differenza tra il diametro dell`anima e il diametro della bocca della canna. Il valore massimo è di 11 decimi di mm e il minimo è di 1 decimo di mm. Una canna può essere completamente strozzata full choke (11 decimi ) 3/4 choke, cilindrica modificata (1 decimo) o completamente cilindrica.

Strozzature:

1/1 choke o*                 = 0.75 - 1 mm

3/4 choke o**                = 0.35 - 0.84 mm

1/2 choke o***               = 0.38 - 0.5 mm

1/4 choke o****              = 0.25 mm

La strozzatura serve a migliorare la portata e a diminuire la dispersione dei pallini.

 

 

La calciatura
 

Il calcio è la parte in legno che serve di appoggio alla spalla del cacciatore. Può essere munito di un calciolo in osso, in ferro o in gomma. L`impugnatura può essere di due specie: dritta o a pistola.

Lunghezza

La lunghezza si misura a partire dal grilletto anteriore alla fine del calcio; il tipo standard varia da 360 a 365 mm. Questa misura varia a seconda della lunghezza delle braccia e della struttura del tiratore.

Piegatura

La piegatura del calcio varia a seconda dell`abitudine di imbracciare il fucile da parte del cacciatore. La misura standard è di circa 40 mm al becco e circa 60 mm al calciolo. Un fucile troppo piegato "fa tirare basso"; e uno troppo poco piegato "fa tirare alto".

Astino e paramano

L`astino è smontabile e fissato alle canne con un piccolo tenone. Ha un ossatura metallica che serve per il fissaggio delle canne, per il funzionamento degli estrattori; inoltre in molti fucili per il montaggio degli acciarini (cani interni)

Deviazione laterale

La deviazione laterale (vantaggio) del calcio in rapporto alla linea di mira, deve deviare a destra ( per i mancini a sinistra!), perché l`occhio e la spalla non sono sullo stesso asse.

Il calcio:

 

Sistemi di mira

 

Il mirino nei fucili a pallini è di forma sferica (ca. 3 mm di diametro) ed è posto circa a 2 cm dalla bocca. Esso serve da guida.

La bindella serve a facilitare la mira. Essa può essere "solida" oppure "ventilata" (leggermente sopraelevata rispetto alle canne e con spazi vuoti).

Per essere sicuri di colpire l`obiettivo, bisogna tenere conto della correzione da farsi per tirare accompagnando la selvaggina:

Selvaggina Velocità Tiro a 35 metri Tiro a 45 metri

pernice lanciata

20 m/sec.

2.00 m avanti

4.00 m avanti

fagiano lanciato

22 m/sec.

2.20 m avanti

4.50 m avanti

beccaccia

14 m/sec.

1.50 m avanti

3.00 m avanti

anitra lanciata

30/35 m/sec.

3.00 m avanti

6.00 m avanti

lepre lanciata

14 m/sec.

1.80 m avanti

3.50 m avanti

La sicura
 

È un congegno che mediante un lieve spostamento blocca gli apparecchi di scatto in modo da evitare la partenza accidentale di un colpo. Solitamente nelle doppiette è posta dietro la chiave (o leva) di apertura. Essa può essere facoltativa o automatica.

Essa può bloccare:

1. il grilletto
2. la leva di scatto
3. il martello
4. il percussore

Un`arma può avere più tipi di sicura.

 

 

Dispositivi per il funzionamento dell`arma

 

La chiave (o leva) di apertura comanda il perno che apre o chiude i tenoni di chiusura e bloccaggio nel fucile basculante. A seconda dei tipi di fucile vi possono essere uno o più tenoni.

Estrattore

All`apertura del fucile l`estrattore estrae le cartucce o il bossolo di quel tanto che basta per poter scaricare l`arma manualmente. Vi sono estrattori che aprendo l`arma espellono il bossolo vuoto automaticamente (estrattori automatici).

Apparecchi di scatto

Gli apparecchi di scatto o di percussione sono l`insieme di meccanismi che permettono la partenza del colpo al momento voluto.

Normalmente un fucile a due canne è munito di due grilletti: il primo che permette la partenza del colpo della prima canna (di regola la canna destra nella doppietta e inferiore nel sovrapposto), e il secondo che fa partire il colpo nella seconda canna (sinistra superiore).

Ci sono fucili che hanno un solo grilletto (monogrillo) pur avendo due canne. Questi fucili sono muniti di un selettore che permette di poter far partire per primo il colpo desiderato (prima o seconda canna a seconda delle necessità).

 

IN QUESTO VIDEO ,STO USANDO UNA DELLE MIE DOPPIETTE DI MANIFATTURA ARTIGIANALE BELGA ACIER COCKERILL CANNE DA 71 CM STROZZATURE ***/* CON UN RISULTATO DI 22/25 PIATTELLI. SPETTACOLO